Dieci elegie per un osso buco

Bedo è una “gentilmummia”. Porta la bombetta e si protegge dalla pioggia parigina con un grosso ombrello, frequenta cani nobili e ha un debole per l’osso buco, il vino rosso e la vita moderna. Ciò che l’ha spinto a fuggire dal Louvre.

E sull’immagine delle guardie che gli corrono dietro, urlando «Lei è patrimonio dell’umanità!», è molto difficile che ai lettori di Dieci elegie per un osso buco non scappi da ridere.

Ma il graphic novel di Leila MarzocchiPinko Zeman (Coconino Press, 2015) non è soltanto divertente, né si limita ad applicare quel senso di levità calviniana tanto raro quanto necessario ai nostri giorni.

Le avventure di Bedo la mummia sono affascinanti, innanzitutto, ed è un fascino che nasce dalla consapevolezza: quella di pescare a piene mani dalla storia della modernità. Rivisitando il feuilleuton, citando i freaks di Barnum (e poi di Tod Browning), restituendo l’atmosfera delle prime sale cinematografiche e dei racconti dell’orrore.

Nelle Dieci elegie troverete il faccione bianco del Nosferatu espressionista, i paesaggi immaginari à la Jules Verne, perfino il Necronomicon: il tutto sfumato e amalgamato, allo stesso modo dei contorni delle figure contro lo sfondo, con sorridente saggezza.

E Bedo sarà lì ad offrire gentilmente i suoi consigli sull’arte dell’essere narratori e funamboli del tempo, fra la polvere delle cose passate e i colori dei vecchi film inumiditi dall’acqua piovana, lungo la sottile linea di confine fra ironia e malinconia. Ma, soprattutto, verso il segreto dell’osso buco.

Se vi dico che anche una piccola bimba di cinque anni ha preteso di ascoltarlo fino in fondo, riesco a convincervi a non farvi scappare questo gioiello?

Marzocchi Zeman Fichera

Francesca Fichera

 

 

Annunci

5 pensieri su “Dieci elegie per un osso buco

    1. Che bello! Son soldi ben spesi 🙂 Peraltro ha una veste molto elegante, al di là del contenuto, quindi è anche un bell’oggetto da tenere in casa.

      Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...