Inside Out – Una recensione

La memoria è un paesaggio, secondo Inside Out di Pete Docter: una terra attraversata da venti e movimenti, dove anche i ricordi più cari possono cadere nel baratro e svanire per pagare l’età adulta.
Scritto intorno al modello mentale ed emotivo elaborato dallo psicologo Paul Ekman, questo ennesimo capolavoro targato Disney Pixar – pur non raggiungendo le vette altissime di Up! – possiede il talento del saper creare un mondo, dettagliato, variopinto e meraviglioso, allo scopo di spiegare il mondo stesso.
Usa la semplificazione, il brio e l’ironia per illustrare la concreta complessità (e anche l’amarezza) del nostro vivere, del nostro pensare, del nostro sentire.
E, come hanno notato (per fortuna) in molti, destituisce la “dittatura della gioia” in favore di una visione orizzontale delle emozioni umane che dona a ciascuna il suo giusto peso, senza repressioni o rimorsi.
Voto: 9.5/10
Francesca Fichera
Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...