Il tempo di Richard

È musica che ascolto?

Ah, ah! Andate a tempo. Come stride la dolce musica,

quando il ritmo è spezzato e non se ne osserva la misura!

Così è della musica del vivere;

e qui ho tanta squisitezza d’orecchio

che avverto stonature

in una corda non bene registrata;

ma nell’accordo del mio potere al tempo

non ebbi orecchio per sentire le mie stecche.

Ho fatto scempio del tempo e ora il tempo fa scempio di me:

il tempo ha fatto di me

l’orologio che gli batte le ore

I miei pensieri sono i minuti.

William ShakespeareRichard II

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...