Liebster Award 2016

Il Liebster Award (e come ci sono finita dentro)

Se sono qui, per la prima volta, lo devo alla sorridente blogger di Sweet Me Book e alla sua nomination totalmente a sorpresa. Grazie! 😀 

liebster-award-2016

C’ho messo un po’ per capirlo ma, insomma, eccomi qua. In sostanza questo Liebster Award, nato qualche anno fa in diversa forma allo scopo di creare una rete di passaparola fra blogger, è diventato un simpatico modo (per quanto prolisso e un pochetto faticoso!) per conoscere e far conoscere i blog più piccoliIl che, attenzione, non sempre è una nota di demerito: pochi follower non sono sinonimo di scarsa qualità (porto l’acqua al mio mulino? Anche, mica so’ scema!).

Comunque, volete le prove? Scorrete ed esplorate la lista dei blog che ho nominato, qualche riga più in basso, e forse capirete cosa intendo.

Ah: per verificare il numero di follower basta cliccare sui titoli dei blog prescelti dal vostro lettore WordPress. In altre piattaforme, come ad esempio Blogspot, non di rado gli elenchi dei seguaci sono disponibili in chiaro sull’homepage dei siti.

Inutile dire che, senza il limite numerico imposto “dall’alto”, avrei scelto molti più blog di quanti ne ho effettivamente citati. Ma tutti gli altri ci sono, anche se invisibili.

Il regolamento, in breve

  1. Ringrazia per la nomination

  2. Nomina a tua volta 11 blogger con meno di 200 follower 

  3. Scrivi 11 domande per i blogger che hai nominato

  4. Rispondi alle 11 domande poste dal blogger che ti ha nominato

  5. Inserisci il banner del premio

  6. Avvisa ciascun nominato personalmente

    tumblr_n6jjtsoadc1sh28k6o1_250

Le mie nomination 

  1. Carlo Sperduti

  2. Karashò

  3. Thireòs

  4. Taccuino da altri mondi

  5. Il lunedì dei libri

  6. Blogorilla Sapiens – Il blog di Gorilla Sapiens

  7. Webnauta

  8. Nazione oscura caotica

  9. Correzione di bozze

  10. Storie e racconti (Racconti di Vanessa)

  11. Poesie per finta

tumblr_lsau46tqt41qcwlib_zpsefxz4zjf

Le domande che vi faccio

  1. Il libro che stai leggendo.

  2. Un posto in cui vorresti stare in questo momento.

  3. Il film, la serie tv o il cartone animato della tua infanzia.

  4. Tre cose che sai di te.

  5. Tre canzoni che ami.

  6. Un ricordo felice.

  7. Una cosa che ti spaventa.

  8. Il tuo rapporto con la fantascienza.

  9. L’ultima cosa che hai scritto prima di leggere questo post.

  10. Un consiglio di lettura.

  11. Una citazione da ricordare.

Le domande a cui ho risposto

giphy

  1. In quale luogo libresco vi piacerebbe visitare o vivere? I multiversi della Torre Nera di Stephen King… ma chissà se non ci siamo già.
  2. Quale personaggio libresco potrebbe essere un vostro compagno di avventure perfetto? Il visconte dimezzato: saggio, ironico e per certi versi affine.
  3. Quale poesia (anche quelle fatte a scuola) vi ha colpito o amate maggiormente, e perché? La Poesia di Eugenio Montale. Tutta. Anche se questa più delle altre. Perché mi ricorda di quando ho dubitato per la prima volta di tutto, e non ho più smesso. E mi dice che va bene lo stesso, che non sono sola. Che è la vita.
  4. Romanzo o racconti? Naturalmente entrambi. Anche se pare mi riesca di scrivere meglio i secondi.
  5. C’è un film o serie tv che vi ha colpito più del libro e vi ha fatto ricredere nella trama? No. Ma solo perché metto film e libri in due galassie differenti (e questo un po’ mi salva dalle false aspettative).
  6. Libri usati o nuovi? Basta che siano leggibili.
  7. Come passate la “fase” del blocco del lettore? Ne avete mai avuta una? Touché! Ne sto vivendo una proprio in questo momento. Se potessi, spegnerei il pc e prenderei un biglietto sola andata portandomi dietro una valigia intera di alternative di lettura.
  8. Un libro che vi ha insegnato qualcosa. Quelli buoni, per me, hanno sempre qualcosa da insegnare. Comunque, il primo a cui ho pensato è La caduta di Camus: mi ha fornito una grande lezione sull’umanità in un momento di crisi profonda. Mi ha presa per i gomiti e rialzata di forza.
  9. Uno scrittore che stimate ed uno che vi a deluso enormemente. Da King a De Giovanni, ne stimo tanti. Sulle delusioni, invece, non saprei esprimermi: scrittura, umanità? Da questo secondo punto di vista, ci sono personalità che, per quanto ne ammiri la capacità di raccontare, tollero a fatica su altri fronti. Isabella Santacroce per esempio: a lungo andare ha finito col respingermi, come se il suo modo d’essere quotidiano riuscisse a contagiare tutto il resto.
  10. Meglio le copertine inglesi/americane o italiane? Le americane.
  11. Avete un libro autografato? Se sì, da chi? O da chi vi piacerebbe avere l’autografo? Se dico Stephen King sono monotona? (scherzi a parte, ho una bella copia de L’addio firmata dal suo autore, Antonio Moresco, e un’altra dei Quaderni giapponesi disegnata da Igort).

ln7qk

Annunci

9 pensieri su “Liebster Award 2016

  1. Grazie prima di tutto per avermi nominato, che a me fa sempre piacere, è l’occasione per conoscere nuovi interessanti blog e nuovi blogger-amici. Preparerò un post ad hoc per rispondere a breve alla tue domande di nomina e poi ripasso per il link. Grazie! 🙂

    Liked by 1 persona

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...