Il blu è un colore caldo

Dal mio saggio per il n.49 di Quaderni d’Altri Tempileggibile e scaricabile nella sua forma completa al link in calce.


C’è chi muore nel corpo e chi perde il proprio slancio vitale (l’eros platonico, per l’appunto): Adele rientra in quest’ultima categoria. Per lei, parafrasando Leslie Fiedler a proposito de La lettera scarlatta in Amore e morte nel romanzo americano, Emma è colei che “dovrebbe offrire la promessa della salvezza” e che è “in realtà, […] un motivo di annientamento” Fiedler, 1963).

Ma quello di Adele è un annullamento silente, privo di gesti eclatanti o effetti evidenti: al contrario della Clémentine da cui è stata plasmata, Adele muore dentro perché incapace di credere nelle proprie scelte. Non è schiacciata da un contesto ostile – a parte che a scuola, in un breve episodio iniziale ripreso integralmente dal fumetto – ma da se stessa, dalla carenza di autonomia e sicurezza da cui è affetta nell’intimo, dal suo eccesso di ingenuità.

Quel “manca qualcosa al cuore” di cui si fa cenno in principio, riferimento esplicito al settecentesco La vita di Marianna di Pierre de Marivaux, l’autore-feticcio di Kechiche su cui nel 2003 è stato costruito il film La schivata; quell’idea è un labirinto, un cerchio maledetto da cui Adele non sa uscire e dove si lascia finire dai colpi di una vita subita.

Perciò, vestita della tinta di un’identità che non le appartiene e con la quale non è pronta a dialogare, non può far altro che avviarsi verso un orizzonte mortifero. Lì, in quello spazio che ci è dato solo di immaginare, Adele non vive più – si limita a esistere, volendo usare un cliché. E, con lei e in lei, muore pure l’amore, che, come scriveva Italo Calvino “non può esistere […] se non si è se stessi con tutte le proprie forze” (Calvino, 1993).

continua qui

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...