The Eyes of My Mother (Nicolas Pesce, 2016)

Un horror che forse non guarderò mai (perché sono una fifona)

CineFatti

Eyes of My Mother, una fiaba grottesca.

Un’illuminazione fulminante, The Eyes of My Mother è una pillola horror da mandare giù nei momenti di spacco per allargarne il tempo e trasformarli in istanti di pura angoscia. Un esordio notevole per esser riuscito a trovare spazio tra The Witch e Scappa.

Nicolas Pesce in poco più di un’ora, circa 70 minuti, mette in scena la storia di Francisca/Kika Magalhães, una bambina cresciuta con gli insegnamenti di una madre chirurgo all’interno di una fattoria, la stessa dove assisterà al suo omicidio.

Lo specchio dell’anima

Colpita dagli insegnamenti sugli occhi della madre e dalla seraficità del suo assassino, catturato dal padre e tenuto in cattività nel fienile, Francisca imparerà il piacere di uccidere e al contempo l’arte chirurgica di cavare gli occhi.

The Eyes of My Mother avrebbe potuto essere una piccola pozza di sangue nella sua breve durata…

View original post 126 altre parole

Annunci

3 pensieri su “The Eyes of My Mother (Nicolas Pesce, 2016)

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...