1922 – Una recensione

“Zia, perché su tutti i libri che hai c’è scritto King?”

Per storie come queste, le risponderò un giorno, quando sarà abbastanza grande per leggerle e capirle.

Per l’inizio di Notte buia, niente stelle (Sperling & Kupfer, 2010) che è folgorante e fa male come poche cose al mondo.

Una storia di morte, confessione in prima persona di un povero cristo che riesce a porsi a cavallo fra Verga e Steinbeck aggiungendo alla crudezza del loro narrare il potere del raccapriccio, dell’orrore, della paura al massimo delle sue capacità.

In principio c’è un anno, una notte d’estate, un atto orribile e sconsiderato. Nel mezzo ci sono le conseguenze che quell’atto ha il potere di produrre, il terrificante portato di imprevedibilità che le tiene insieme. C’è soprattutto un contesto fagocitante, che rosicchia i suoi abitanti come i ratti alle costole del vile Wilfred.

Notte buia niente stelle

Non ci è dato sapere se la giuria grigia di quei topi è realtà o proiezione, se i defunti possono davvero riemergere dalle tombe per raccontare i segreti dell’aldilà. In 1922 la valenza metaforica è così evidente da lasciare il lettore in totale sospensione e con l’unica certezza del futuro passato di quell’America degli anni Venti ormai prossima al tracollo.

Come accadeva in Uscita per l’inferno, Stephen King guarda dritto nel baratro per trarne l’insostenibile peso della miseria, di tutti i destini sommersi destinati a perdersi in un trafiletto di giornale sullo sfondo del nuovo che avanza. Lo fa senza lasciare risposte al di là dei fatti, senza spiegarci se quello di Wilfred era delirio oppure terrificante lucidità. Lo fa uccidendo ogni tipo di amore – quello che “ci vede anche troppo bene”. Lo fa uccidendo Elpis.

Solo il Re poteva far sopravvivere alla speranza il profondo ritratto di un uxoricida.

Francesca Fichera

 

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...